Nel Ticino come nell'Italia settentrionale, il cinipide del castagno ha provocato ingenti danni alle nostre selve castanili in questi ultimi anni.
Si tratta di un micro-imenottero proveniente dalla Cina, che depone le sue larve sulle gemme. Queste larve, sviluppandosi, producono delle tossine che sono dannose per il foglie del castagno.
Fortunatamente, l'Italia del Nord ha adottato un piano di lotta naturale introducendo un predatore naturale del cinipide, il Torymus sinensis.
È probabile che il nostro cantone abbia beneficiato della diffusione del predatore. In effetti, le chiome dei castagni sono notevolmente migliorate nel 2015.